"Non sono le idee che mi mancano, è il tempo per realizzarle che è troppo poco."

venerdì 10 aprile 2015

sal solitario "pride and prejudice" terminato!!!

E' stato più lungo del previsto ricamare questo schema.
Non chiedetemi il perché, forse l'ho ricamato con altri schemi e sal in corso... insomma, me la sono presa molto comoda, addirittura 2 anni mi è durato.
Ma in queste feste pasquali, nonostante i nostri spostamenti in macchina sono riuscita a portarlo a termine, con gran soddisfazione.
Pride and Prejudice è il romanzo della Austen che più mi piace, al di là della solita storia d'amore tra i due personaggi è l'ironia che si respira tra le pagine quello che più mi colpisce.
Letto da ragazzina (ero una divoratrice accanita di libri) dimenticato in qualche angolo della memoria, l' ho riscoperto per caso una decina di anni fa, grazie al film con Keira Knightley e Matthew Macfadyen. 
Una sera appisolata sul divano mentre aspettavo il rientro di mio marito da una delle sue trasferte di lavoro iniziai a fare zapping selvaggio. 
Ancora addormentata e un po rincitrullita verso la mezzanotte più o meno bloccai lo zapping compulsivo, lambiccandomi  il cervello guardando il film ormai giunto alle battute finali e pensando quale romanzo potesse essere.


Affascinata dalla colonna sonora  (Dario Marianelli nomination agli oscar per Orgoglio e Pregiudizio, Anna Karenina, oscar e gloden globe per Espiazione, grazie wiki!) sono rimasta a guardare e me ne sono ri-innamorata...beh, che dirvi...rileggetelo se lo avete fatto in gioventù o leggetelo se non lo avete mai fatto, ma leggetelo cercando l'ironia,  le battute taglienti tra i personaggi, l'anticonformismo della protagonista.



E poi, se ne siete rimaste affascinate come me riguardatevi il film e se siete fortunate e trovate la serie ad episodi con Colin Firth...beh, non lasciatevelo scappare.
Io intanto ho imparato a suonare giusto giusto la prima traccia, qui il tutorial, anche se nn sono così brava, anzi!

       
       
                                                 

E se invece trovate la Austen melensa e passata di moda e avete bisogno di letture più impegnate leggete  "Ritratto di signora" di Henry James,  un ritratto psicologico raffinato, una figura femminile disillusa che mi ha lasciata con una profonda amarezza. (Ma di questo non ho visto il film...)

bacibaci

9 commenti:

Varla Lee ha detto...

Una meraviglia!! Bacioni e buon fine settimana! ^_^

Fanila ha detto...

Bellissimo... sia il romanzo che il tuo ricamo!!!
Un saluto e buona serata.
Fanila

Silvia D. ha detto...

bellissimo ricamo!

Günther ha detto...

da dieci e lode

Susanna ha detto...

Complimenti cara Barbara. Splendido il ricamo e...anche io adoro quel romanzo.
Un abbraccio Susanna

Gabry B ha detto...

E' un ricamo stupendo, bravissima!

gloria. ha detto...

nn amo il romanzo e nn mi è piaciuto il film....anche ricamarlo l'ho trovato noioso e l'ho ridotto ai minimi termini per un regalo a tema....ma nonostante ciò il tuo mi piace tanto tanto....glo

mammadeglialieni ha detto...

-Gloria.: non sei certo la prima che non sopporta la austen, e non posso nascondere che è stato noioso ricamarlo ( mi è durato 2 anni!). Hai un romanzo che preferisci e che rileggi ogni tanto? a me mi si è presa la fissa con le favole, ma qst è colpa di mia figlia!

Alice Endini ha detto...

Complimenti, sei davvero bravissima! Non conoscevo questo schema a tema Jane Austen, e adoro i suoi romanzi!
Anche io sono un'appassionata di punto croce, e toscana come te. Se hai voglia anche tu di dare un'occhiata al mio blog, l'indirizzo è http://ilcestinodeilavori.blogspot.it/
Cari saluti
Alice