"Non sono le idee che mi mancano, è il tempo per realizzarle che è troppo poco."

martedì 18 novembre 2008

verdura aliena? no, cardi gobbi!



Fanno paura eh? Li conoscete i cardi gobbi? Non ho la più pallida idea di come possono chiamarsi in giro per l'Italia, qui in Toscana si chiamano cardi gobbi.
Appartengono alla famiglia dei carciofi. I cardi devono essere di colore biancastro, sono più delicati, vengono coltivati in assenza di luce proprio per mantenerli chiari e più teneri. Come il carciofo subisce l'annerimento e quindi bisogna tenerlo costantemente in acqua acidulata fino al momento della cottura. Del cardo si consumano le costole, scartando le esterne più dure. E' molto importante togliere i filamenti fibrosi che si trovano in tutte le coste, anche quelle più tenere.
Dopo aver pulito e tagliato le coste a pezzetti di circa 5/6 cm le ho fatte andare in pentola a pressione per...diverso tempo, forse per 30 minuti o più, non ho preso il tempo con esattezza, comunque controllavo continuamente aiutandomi con i rebbi della forchetta. Intanto ho preparato il sughetto al pomodoro: olio extra, spicchio di aglio, mezzo barattolo di pelati, sale, un pochino di acqua e fatto andare piano piano per 10/15 minuti. Pronti i gobbi li ho aggiunti al sughetto e fatto insaporire per altri 10 minuti. Bisogna stare attenti che il sughino non asciughi troppo, deve rimanere morbido. Si servono bollenti con una spolverata di parmigiano.



L'alieno tutto contento si è trovato questo bel contorno profumato nel piatto. Aveva già l'acquolina in bocca il pane pronto per la scarpetta e... non è riuscito a mangiarli! E lo sapete perché? Perché sono amarissimi, ecco perché! E come dice l'alieno: "Qui ci vuole un palato da adulti!"

13 commenti:

Luca and Sabrina ha detto...

A Bologna li chiamano Cardi, a Rimini Gobbi, nemmeno immagini quanti ne ho mangiati da piccola, mio padre li adorava, così quasi una volta a settimana erano sul tavolo, spesso li cucinavo io. Sai che non li ho mai preparati a Luca? Non so nemmeno se gli piacciono, mi sa che non li ha mai mangiati. Che dici, glieli cucino? Sì eh!
Baci da Sabrina&Luca al lavoro

manu e silvia ha detto...

No, noi non li conosciamo, ma dalle tue foto sembrano buoni!!!
ma ci sanno difficili da preparare...
bacioni

fresca ha detto...

ciao! avevo scritto prima ma il commento si è volatilizzato, forse...
Però non sempre sono amari, anzi a volte sono anche dolci. A me piacciono tanto, anche la frittata.
Oggi però ho fatto la minestra di legumi della "streghetta" che volevo fare già ieri e non ho potuto. Via, buona giornata a tutti! Oggi qui c'è il soleeeee! :)

michela ha detto...

io li mangio spesso...ma non fatti così..se li trovo decenti li posto.
Buonissimi!
ciao

Susina strega del tè ha detto...

la mia mamma fà uno sformato di gobbi da paura!! Prima o poi posterò la ricetta!!
Sabato ero a livorno a cena al "giro di boa" non sò se lo conosci, è davanti alla fortezza nuova davanti ai fossi, si mangia bene e si spende abbastanza poco!!

Melina2811 ha detto...

ottimo anche questo.... ciao da Maria

mammadeglialieni ha detto...

-luca e sabrina: eheheh! anche mia mamma li faceva spesso, questa è la sua ricetta! un bacio!

-manu e silvia: ma no che non sono difficili! magari ci vuole un pochino di tempo in più! un abbraccio!

-fresca: bho! ma lo sa che io li ho sempre trovati amari? con la frittata non li ho mai fatti, bisognerebbe trovarli dolci!

-michela: dai, speriamo di vederli postati allora!

-susina: dè, lo sformato mi fà morì! postalo, susina, postalo!
sì, lo conosco, mio fratello ci capita, ma io non ci sono mai stata...

-melina: ciao cara, grazieeee!!!!

nonnagiulo ha detto...

ciao! per 'addolcire' i gobbi c'è un sistema: si devono far scottare i gobbi ,già puliti e spezzettati, in acqua bollente con una bella cucchiaiata di farina. dopo alcuni minuti si scolano e si mettono in un'altra pentola con acqua sempre bollente e leggermente salata. in 1\2 sono pronti per essere rifatti a piacere! mai provati saltati all'olio, mescolati a un po' di besciamella , messi al forno con delle scheggie di parmigiano sopra? penso che così dovrebbero piacere anche all'alieno! baci

mammadeglialieni ha detto...

-nonnagiulo: sapevo che te una dritta me la davi! pensa poveretto l'alieno! lo conosci, mangia tutto, se davvero non li ha mangiati è propro perchè non ce la faceva!!! bacioni grossiii!!!! torno alla macchina da cucire!

brii ha detto...

perchè non ti ho conosciuta già l'anno scorso.
il mio agricoltore bio me ne avea dati ed io non sapevo come cucinarli!!
adesso so!! e non trovo più cardi...
grrrrrrrrrrrr
beh..io mi segno la ricetta non si sa mai!!
buonissima serata
baciusss

Jul e Mo ha detto...

Anche in friuli si chiamano cardi ^^ Ha ragione però l'alieno...con l'età i gusti cambiano, senza nemmeno ci si faccia caso!
Ciaoo!

ROMY ha detto...

Ciao! Vedi, ho subito ricambiato la visita! Però...carino, questo blog! E' molto allegro, e ci sono un sacco di belle ricette! Un bacione e complimenti :-)

mammadeglialieni ha detto...

-brii: ciaooo!!! la stagione dei cardi sta per incominciare, non disperarti, vedrai che li trovi! smack!

-jul e mo: ma lo sapete che è la prima volta che vedo l'alieno che non riesce a mangiare una pietanza?
baciii!!!!

-romy: grazie cara! un abbraccio!